domenica 1 dicembre 2019

Quanti modi di panificare nel mondo: Due Pani Natalizi Austriaci (1)

Per la rubrica dei Pani nel Mondo, con la Cuochina, volevamo proporre un lievitato da fare insieme per il Santo Natale (a chi ne ha voglia e possibilità, si intende), qualcosa di diverso dai nostri ottimi pani natalizi.
Abbiamo spulciato nel web alla ricerca di lievitati di Natale di altri Paesi, trovato tante ricette, lingue sconosciute che abbiamo tradotto col traduttore Google (col rischio di aver capito fischi per fiaschi) e quindi rifatte attingendo anche alle nostre conoscenze acquisite con i lievitati.
Tra i pani di Natale provati e riprovati ce ne sono piaciuti non uno ma addirittura due e sono entrambi austriaci, scegliere quale proporre, risultava troppo difficile, per questo li presentiamo entrambi: 

Viennese Christmas Bread (Pane di Natale Viennese)  cliccare qui --> 1 di 2===)
Walnut bread recipe in four variations (Pane alle noci in quattro varianti)  
                                                                                                                   cliccare qui --> 2 di 2===)

Belli, vero? Allora li prepariamo? Chi ci accompagna con la sua versione di una o entrambe queste ricette? La nostra idea è questa: Facciamo una o entrambe queste ricette, poi nella settimana a cavallo di Natale (da sabato 21 a domenica 29 dicembre 2019), pubblichiamo nel nostro blog e, subito dopo, tra i commenti del post di questi pani nella pagina Facebook di Quanti modi di fare e rifare, inseriamo la foto e il link di collegamento del post del blog personale. Chi non ha un blog, insieme alla foto può aggiungere la sua ricetta. Che ne dite? Per saperne di più, ci troviamo nella nostra pagina Facebook (qui), a presto!


Queste ricette hanno la tag "Pane nel Mondo"
Siamo liete di presentare la prima delle due ricette trovate e replicate al meglio delle nostre possibilità 

Prima ricetta dei "Pani di Natale"
Viennese Christmas Bread (Pane di Natale Viennese)
Questa meravigliosa ricetta natalizia, leggermente riveduta e modificata da noi, l'abbiamo scoperta per caso in questo sito, sembra che l'autrice non viva a Vienna, ma ogni anno prepara questo golosissimo pane dolce per il Santo Natale.
E' così buono che, secondo noi, farà fare bella figura a chi lo presenta in tavola per il pranzo di Natale.

Ingredienti
30 g di mirtilli rossi secchi o congelati
20 ml di rum
lievitino
4 g di lievito secco attivo
50 g di acqua tiepida
4 g di zenzero in polvere
5 g di zucchero
Impasto
50 ml di latte intero tiepido
50 ml di succo d'arancia tiepido
50 g di zucchero
1 cucchiaino di vaniglia (essenza o polvere)
1 tuorlo d'uovo, a temperatura ambiente, sbattuto
25 g di arancia candita frullata
300 g di farina debole
1 cucchiaino di sale
1/4 di cucchiaino di noce moscata
1/2 cucchiaino di cardamomo in polvere
60 g di burro morbido non salato
Per spennellare
1/2 tuorlo d'uovo
1 cucchiaio di acqua
Glassa
30 g di zucchero a velo
alcune gocce di essenza di vaniglia
2-3 cucchiaini di panna da montare
Guarnizione
20 g di noci pecan (o arachidi o mandorle) tritate

Preparazione
Aggiungere il rum ai mirtilli rossi, coprire con pellicola trasparente e scaldare nel microonde per circa 20 secondi. Mettere da parte.
Lievitino: al lievito secco unire l'acqua, lo zenzero, lo zucchero, mescolare e mettere da parte per 15~20 minuti circa, deve raddoppiare.
Procedimento:
Nella ciotola della planetaria unire il latte, il succo d'arancia, lo zucchero, la vaniglia, il tuorlo, l'arancia candita frullata, i mirtilli rossi con il rum, il lievitino e mescolare.
In un contenitore mescolare 50 g di farina, il sale, la noce moscata, il cardamomo, il burro fuso ed aggiungerli alla miscela col lievitino. Quindi aggiungere la farina rimanente e, sempre mescolando, formare un impasto morbido e facile da maneggiare. Sarà appiccicoso ma non si dovrebbe attaccare alle dita.
Impastare per 10~20 minuti circa a bassa velocità. L'impasto dovrebbe essere elastico ma sarà comunque leggermente appiccicoso al tatto.
Spostarlo in una ciotola appena unta, capovolgerlo per ungere la parte superiore dell'impasto e coprire con pellicola per alimenti ed un canovaccio pulito. Mettere a lievitare, in un luogo riparato da spifferi, per circa 3 ore, se necessario coprire anche con una copertina di pile, deve raddoppiare.
Trasferirlo sul piano lavoro infarinato leggermente e degassarlo, quindi fare una piega a libro, coprire e lasciare riposare per 5 minuti circa. Dividere l'impasto in 9 pezzi uguali (70 g circa) per formare la treccia. Allungare ciascun pezzo di impasto ad una lunghezza di circa 20 cm.

Iniziare ad intrecciare con quattro capi - è più facile se si inizia ad intrecciarli dal centro e si continua nella stessa direzione, poi si riprende dal centro e si continua nell’altra direzione. 
Ma si può intrecciare anche unendo i quattro capi in cima, allargandoli e numerandoli come nelle foto.

Come fare la treccia a quattro capi?
 2 --)       3 --)       4 --)       1 --)
Iniziare da destra
1 sopra 4,          2 prima sotto 3 e poi sopra 1
4 sopra 2,          3 prima sotto 1 e poi sopra 4
2 sopra 3,          1 prima sotto 4 e poi sopra 2
3 sopra 1,          4 prima sotto 2 e poi sopra 3
1 sopra 4,          2 prima sotto 3 e poi sopra 1
4 sopra 2,          3 prima sotto 1 e poi sopra 4
2 sopra 3,          1 prima sotto 4 e poi sopra 2
3 sopra 1,          4 prima sotto 2 e poi sopra 3
Ripetere dall'inizio
Mettere la treccia a quattro capi su una teglia ricoperta da carta forno. Con la mano a taglio, fare un leggero incavo al centro della treccia. Questo aiuta a mantenere ferma la treccia a tre capi che verrà appoggiata sopra.
Proseguire con la treccia a tre capi: - è più facile se si inizia ad intrecciarli dal centro e si continua nella stessa direzione, poi si riprende dal centro e si continua nell’altra direzione.
Prendere i tre capi successivi e intrecciali, iniziando dal centro e continuare nella stessa direzione, poi riprendere dal centro e continuare nell’altra direzione. Ma si può intrecciare anche nel modo più consono.
Posizionare la treccia a tre capi sopra la treccia a quattro capi e premere delicatamente. Ora, fare un altro incavo nel mezzo della seconda treccia.
Prendere i restanti due capi ed attorcigliarli l'uno attorno all'altro. Posizionare quest'ultima treccia sopra la treccia a tre e premere delicatamente.
Portare le due estremità dell'ultima treccia sotto la base a destra ed a sinistra della pagnotta.
(Dato che durante la lievitazione le trecce tendono a spostarsi, sarebbe opportuno infilzare le tre trecce in alcuni punti con degli stecchini di legno per bloccarle, da togliere appena possibile).

Seconda lievitazione
Coprire la pagnotta con un canovaccio pulito. Lasciar lievitare in un luogo riparato da spifferi, per 3~4 ore, deve raddoppiare.
Cottura del pane
Preriscaldare il forno a 180°C.
Mentre il forno si preriscalda, spennellare la pagnotta con il mezzo tuorlo d'uovo misto all’acqua.
Diminuire la temperatura a 170°C e cuocere per 35~40 minuti, o fino a quando la pagnotta diventa dorata come una brioche (attenzione a non farla scurire). Trasferire su una griglia a raffreddare.

Glassa
Con una piccola frusta sbattere insieme lo zucchero a velo, la panna da montare e l'essenza di vaniglia  per ottenere una glassa liscia e che coli.
Distribuire la glassa sulla parte superiore del pane ed a zig zag sui fianchi, mentre è ancora caldo, quindi cospargere la frutta secca tritata.
Questo è l'interno dei due pani di Natale, meravigliosi, soffici e buonissimi!


Per   Walnut bread recipe in four variations (Pane alle noci in quattro varianti)  
                                                                                                                   cliccare qui --> 2 di 2===)


Le amiche che hanno provato questa meraviglia di pane di Natale








***************************************
***************************************

2 commenti:

  1. Cuochina...che dire...sono entrambi meravigliosi!!!
    Infaticabile cuochina e generosa come sempre...un post completo e
    molto invitante ...anche per delle apprendiste apine...intanto ci siamo guardate come fare quella treccia meravigliosa...è talmente spiegata bene che ...forse ..forse ci possiamo provare.
    Grazie mille volte e un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  2. IO l'ho fatto e gustato insieme alla mia famiglia nel giorno di Natale. Molto buono. Gazie cuochina.
    https://ristorantedainonni.blogspot.com/2019/12/pane-di-natale-viennese-viennese.html

    RispondiElimina

Le nostre cucine aperte vi accolgono con amicizia, rispetto e simpatia...ci auguriamo di ricevere lo stesso trattamento.

I commenti anonimi non sono graditi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...