domenica 8 aprile 2018

Quanti modi di fare e rifare Spaghetti alla puttanesca

Foto e ricetta della Cuochina - Spaghetti alla puttanesca

Ormai siamo in primavera con i suoi colori e sapori. Bellissima stagione anche se ancora il tempo meteorologico fa i capricci. Comunque, in qualsiasi condizione atmosferica, per noi è sempre bello ritrovarci per realizzare il meraviglioso Menù della Cuochina del 2018! Un menù con tanti primi della cucina italiana ricco di bellissime ricette.
Oggi è la volta di una ricetta del napoletano, più precisamente dell'isola di Ischia: Spaghetti alla puttanesca
Qui la versione degli Spaghetti alla puttanesca proposta dalla Cuochina  come quarta ricetta del Menù 2018.
Siamo sempre in compagnia della nostra meravigliosa combriccola delle Cuochine, capeggiate da Cuochina, Anna e Ornella. Ci auguriamo che a noi si uniscano altre ed altri "grembiuli dipendenti" perché un proverbio dice: più siamo meglio è!
Vi aspettiamo!
Anche questo anno il Menù 2018 è molto ricco di sorprese. Come di sicuro avrete notato, dal 27 novembre 2016 la nostra Cuochina ha deciso di iniziare un nuovo ciclo di ricette con la tag "I Primi della Cucina Italiana" perché ha notato che nel libro “ le Ricette Regionali Italiane” edito da Solares, ci sono tantissimi ottimi primi piatti, conosciuti, molto conosciuti, completamente sconosciuti, nella cucina tradizionale italiana, ed ha pensato di riportarli agli onori della ribalta. 
Tutti questi undici primi piatti regionali fanno parte del menù del 2018 ideato dalla nostra Cuochina. Ci auguriamo che siano di vostro gradimento.
La Cuochina si è data da fare tantissimo per preparare tutte queste bellissime ricette della tradizione culinaria italiana, che ha riveduto e leggermente modificato a suo personale gusto, e le ha pubblicate corredandole con delle foto abbastanza esplicative.
 Breve promemoria
- La data e l'ora di pubblicazione è la seconda domenica del mese alle 9:00 ora italiana
- Chiediamo cortesemente di usare un titolo unico, e cioè: Quanti modi di fare e rifare XXX (titolo ricetta) oppure XXX (titolo ricetta) per Quanti modi di fare e rifare
- Ed anche di farci pervenire, entro il venerdì sera precedente al nostro incontro mensile, la foto formato 800x600 oppure 600x800 ed il permalink del post relativo. Grazie!



Le nostre realizzazioni degli Spaghetti alla puttanesca




***************************
La seconda domenica di maggio 2018, giorno 13, alle ore 9:00
Prepareremo un primo molto famoso Tiella di riso, patate e cozze
Una ricetta pugliese del Menù 2018 della Cuochina

***************************
Come sempre ricordiamo che
ci sono i pdf con tutte le ricette dal 2011 al 2017
da sfogliare, oppure da richiedere (vedere qui)    
 e che ci possiamo incontrare su Facebook
e su twitter

Vi aspettiamo!


domenica 25 marzo 2018

Come acquisire i PDF con le ricette raccolte ogni anno dalla Cuochina


Carissimi amici, simpatizzanti o visitatori occasionali che seguite le avventure mangerecce, e non solo, della nostra Cuochina, Anna e Ornella, c’è un importante cambiamento che dobbiamo rendere noto e riguarda il download dei nostri pdf.

Come molti/e di voi sapranno, abbiamo sempre dato la possibilità di visualizzare le nostre raccolte di ricette su Issuu e di scaricarle gratuitamente su FileBig.net.

Issuu dà la possibilità di visualizzare i pdf, ma con la versione base che utilizziamo noi, non si potranno più scaricare.
Per avere questa opzione dovremmo passare alla versione Pro a pagamento, ma questa soluzione diventerebbe impercorribile per noi dato che abbiamo creato i blog Quanti modi di fare e rifare e Gli amici no-blogger della Cuochina, senza fini di lucro, solo per il piacere di condividere e rifare ricette in compagnia.

Nel sito FileBig.net i pdf si possono ancora scaricare gratuitamente, ma se i download vengono effettuati di rado i file si cancellano e si dovrebbero ricaricare nuovamente nel sito. Questo è decisamente scomodo dato che non riceviamo nessun avviso di quanto accade ai file, dovremmo controllare molto spesso quello che avviene nel sito di cui sopra, senza contare il disappunto degli amici che cliccando su download si dovessero trovare l'avviso: file non trovato.

Per cui, abbiamo pensato ad una soluzione che crediamo sia un valido accomodamento per tutti: chi avrà piacere a ricevere i pdf della Cuochina deve soltanto scrivere una mail a: quantimodidifareerifare@gmail.com e farne richiesta.
I pdf richiesti verranno spediti tramite e-mail il più presto possibile.

Ricordando che i nostri PDF rimarranno  comunque visibili nella nostra pagina I pdf dei quanti, ringraziamo ancora una volta tutti gli amici che hanno contribuito a far sì che, in questi ultimi sette anni, la nostra cucina diventasse una grande allegra famiglia che si diletta, mese dopo mese, a spignattare in amichevole compagnia e condivide meravigliose versioni dei piatti proposti nei Menù della Cuochina.

Grate per la vostra comprensione
un abbraccio 
Cuochina, Anna e Ornella



domenica 18 marzo 2018

Ricette dal mondo: Cotolette di gamberi

La nostra indaffarata Cuochina ha chiesto una mano alle sue aiutanti di sempre, Cuochina Anna e Cuochina Ornella, per preparare un menù speciale per Quanti modi di fare e rifare del 2019 con ricette "made in Japan (Giappone)" e "made in Norway (Norvegia)". Oggi è la volta di una ricetta giapponese (Ebi katsu) Cotolette di gamberi
Tutte le ricette sono state prese da siti molto frequentati nei rispettivi Paesi ed il più delle volte sono corredate da filmati esplicativi anche se in lingua madre.
Le nostre due Cuochine hanno tradotto e preparato ognuna di queste ricette per agevolare, e dar modo di ampliare, il personale orizzonte culinario, sperando di fare cosa gradita a chi si accompagna ogni mese a noi nelle nostre scorribande in cucina sotto la bandiera di "Quanti modi di fare e rifare", ma anche a chi ci segue sui vari social, a volte anche senza che si palesi.
Dal 19 novembre 2017 fino al 23 settembre 2018, la penultima domenica di ogni mese, in questo blog, con la tag "Ricette dal mondo" verrà pubblicata una ricetta, alternandone una giapponese ad una norvegese, che entreranno a far parte del Menù 2019 di Quanti modi di fare e rifare.   
La pubblicazione di queste ricette avverrà un anno prima in confronto alla data del menù, per dar modo, a chi volesse, di prendere confidenza con nuovi ingredienti e diversi tipi di cottura, prima di cimentarci tutti insieme durante i favolosi incontri mensili nelle cucine di questi Paesi che ospitano le nostre due Cuochine.
................  Pronti?

(Ebi katsu) Cotolette di gamberi 

Ricetta molto popolare che piace anche ai bambini! Irresistibili per la consistente croccantezza dell’involucro ed il sapore dei gamberi . Ottime anche per farcire i panini 

Per 2 persone
150 g di gamberi sgusciati
100 g di kinugoshi tōfu "tōfu seta"
1/4 di cipolla
★ 1 cucchiaio di fecola di patate
★ 1 cucchiaio di maionese
★ sale e pepe qb
olio di semi qb
1 uovo
1 cucchiaio di farina
pangrattato qb

Preparazione
1. Mettere a sgocciolare il tōfu in un colino. Far bollire i gamberi per 2 minuti e farli sgocciolare. Sgusciarli e rimuovere il filamento nero posto sul dorso. Tagliare grossolanamente metà dei gamberi, tritare la restante parte. Affettare con la mandolina la cipolla. 
2. Spappolare con le mani il tōfu già sgocciolato e metterlo in una ciotola
3. Aggiungere gamberi, cipolla, gli ingredienti contrassegnati con ★ e mescolare bene, impastando. Dividere in 4 parti, appallottolare e schiacciare a forma di cotoletta
4. Mettere in una ciotola l'uovo, la farina e amalgamare con una frusta
5. Dato che l’impasto delle cotolette è molto morbido, passarle prima nel pangrattato, poi nell’uovo (contrassegnato con 5.) e di nuovo nel pangrattato. 
Friggerle da entrambi i lati, in olio a 180°C, fino a doratura. Farle sgocciolare su carta assorbente e servirle accompagnate da insalata verde.
Sono ottime inzuppate nella maionese o in un sughetto di pomodoro, ma sono buonissime anche al naturale. Si accompagnano bene col riso bianco.  
Per la cottura del riso alla giapponese (vedere qui)

Annotazioni
Ho preferito sbollentare i gamberi prima di utilizzarli perché se usati crudi lasciano un odore non molto piacevole. La cipolla l’ho affettata con la mandolina così da farla amalgamare bene con tutto il resto. 
Dagli ingredienti ho eliminato l'acqua da aggiungre all'uovo, a parer mio non è necessario.
Prima di friggerle, siccome l’impasto non è molto compatto, le ho passate nel pangrattato, poi nell’uovo e ancora nel pangrattato.
Queste cotolette le ho fatte varie volte. Se si segue il procedimento originale, c'è un ingrediente poco conosciuto in occidente, si chiama hanpen (alimento della cucina cinese composto da: carne di merluzzo e di orata, albume, zucchero, sale, ecc.) molto vicino a kamaboko anche se più malleabile. L'ho sostituito con il tofu ed il sapore dell’insieme l'ho apprezzato moltissimo. Per questo la ricetta risulterà leggermente diversa da quella del sito.

La prossima "ricetta dal mondo" sarà norvegese e verrà pubblicata il 22/04/2018
A presto!
   

domenica 11 marzo 2018

Quanti modi di fare e rifare Ris cun la terdura

 Foto e ricetta della Cuochina - Ris cun la terdura

Marzo pazzerello un giorno brutto e un giorno bello..Così recita un noto proverbio. Nei giorni scorsi il freddo però l’ha fatta da padrone e così, aspettando la primavera, gioire di una minestra calda e deliziosa, non può che fare bene e riscaldare, sia il corpo che lo spirito! Comunque, in qualsiasi condizione atmosferica, per noi è sempre bello ritrovarci per realizzare il meraviglioso Menù della Cuochina del 2018! Un menù con tanti primi della cucina italiana ricco di bellissime ricette.
Oggi è la volta di una ricetta di Reggio Emilia:  Ris cun la terdura meglio conosciuta come "Minestra del Paradiso" ma anche come "Minestrino di Pasqua". Sembra che faccia parte dei cibi pasquali di Reggio Emilia,

Siamo sempre in compagnia della nostra meravigliosa combriccola delle Cuochine, capeggiate da Cuochina, Anna e Ornella. Ci auguriamo che a noi si uniscano altre ed altri "grembiuli dipendenti" perché un proverbio dice: più siamo meglio è!
Vi aspettiamo!
Anche questo anno il Menù 2018 è molto ricco di sorprese. Come di sicuro avrete notato, dal 27 novembre 2016 la nostra Cuochina ha deciso di iniziare un nuovo ciclo di ricette con la tag "I Primi della Cucina Italiana" perché ha notato che nel libro “ le Ricette Regionali Italiane” edito da Solares, ci sono tantissimi ottimi primi piatti, conosciuti, molto conosciuti, completamente sconosciuti, nella cucina tradizionale italiana, ed ha pensato di riportarli agli onori della ribalta. 
Tutti questi undici primi piatti regionali fanno parte del menù del 2018 ideato dalla nostra Cuochina. Ci auguriamo che siano di vostro gradimento.
La Cuochina si è data da fare tantissimo per preparare tutte queste bellissime ricette della tradizione culinaria italiana, che ha riveduto e leggermente modificato a suo personale gusto, e le ha pubblicate corredandole con delle foto abbastanza esplicative.
 Breve promemoria
- La data e l'ora di pubblicazione è la seconda domenica del mese alle 9:00 ora italiana
- Chiediamo cortesemente di usare un titolo unico, e cioè: Quanti modi di fare e rifare XXX (titolo ricetta) oppure XXX (titolo ricetta) per Quanti modi di fare e rifare
- Ed anche di farci pervenire, entro il venerdì sera precedente al nostro incontro mensile, la foto formato 800x600 oppure 600x800 ed il permalink del post relativo. Grazie!


Le nostre realizzazioni del Ris cun la terdura


***************************
La seconda domenica di aprile 2018, giorno 8, alle ore 9:00  
prepareremo una specialità dell'Isola di Ischia Spaghetti alla puttanesca  
Una ricetta campana del Menù 2018 della Cuochina

***************************
Come sempre ricordiamo che
ci sono i pdf con tutte le ricette dal 2011 al 2017
da sfogliare, oppure da richiedere (vedere qui)    
 e che ci possiamo incontrare su Facebook
e su twitter

Vi aspettiamo!



domenica 18 febbraio 2018

Ricette dal mondo: Insalata di ceci con uova strapazzate

La nostra indaffarata Cuochina ha chiesto una mano alle sue aiutanti di sempre, Cuochina Anna e Cuochina Ornella, per preparare un menù speciale per Quanti modi di fare e rifare del 2019 con ricette "made in Japan (Giappone)" e "made in Norway (Norvegia)". Oggi è la volta di una ricetta norvegese: (KIKERTSALAT MED EGGERØRE) Insalata di ceci con uova strapazzate.
Tutte le ricette sono state prese da siti molto frequentati nei rispettivi Paesi ed il più delle volte sono corredate da filmati esplicativi anche se in lingua madre.
Le nostre due Cuochine hanno tradotto e preparato ognuna di queste ricette per agevolare, e dar modo di ampliare, il personale orizzonte culinario, sperando di fare cosa gradita a chi si accompagna ogni mese a noi nelle nostre scorribande in cucina sotto la bandiera di "Quanti modi di fare e rifare", ma anche a chi ci segue sui vari social, a volte anche senza che si palesi.
Dal 19 novembre 2017 fino al 23 settembre 2018, la penultima domenica di ogni mese, in questo blog, con la tag "Ricette dal mondo" verrà pubblicata una ricetta, alternandone una giapponese ad una norvegese, che entreranno a far parte del Menù 2019 di Quanti modi di fare e rifare.   
La pubblicazione di queste ricette avverrà un anno prima in confronto alla data del menù, per dar modo, a chi volesse, di prendere confidenza con nuovi ingredienti e diversi tipi di cottura, prima di cimentarci tutti insieme durante i favolosi incontri mensili nelle cucine di questi Paesi che ospitano le nostre due Cuochine.
................  Pronti?

(KIKERTSALAT MED EGGERØRE)   Insalata di ceci con uova strapazzate

Questa insalata è succosa, saporita e fresca. Perfetta per coloro che sono alla ricerca di ispirazione per un piatto sano che può andare bene sia come pranzo che come cena.

Ingredienti per 4 persone
• 400 g di ceci in scatola
• 1 cipolla rossa
• 2 arance
• 4 cucchiai di prezzemolo fresco tritato
• 1 pacco di babybladsalat 65 g*
• 8 uova
• 8 cucchiai di acqua
• ½ cucchiaino da the di sale
• ¼ cucchiaino da the di pepe
• 2 cucchiai di margarina per cuocere




*babybladsalat: baby(piccolo) blad(foglia) salat (insalata) è un misto di insalata, spinaci, rucola..tutte novelle.

Preparazione
1. Versare i ceci in un colino e lasciarli scolare bene.
2. Affettare sottilmente la cipolla. Togliere tutta la buccia delle arance e tagliarle a fette.
3. Mescolare insieme ceci, cipolla, arance, il prezzemolo e l'insalata.
4. Rompere le uova in una ciotola, sbattere insieme all'acqua, sale e pepe. Scaldare in una padella la margarina, cuocere le uova strapazzate e mescolarle con l'insalata.


La prossima "ricetta dal mondo" sarà giapponese e verrà pubblicata il 18/03/2018
A presto!






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...