domenica 19 novembre 2017

Ricette dal mondo: Pancetta di maiale teriyaki

La nostra indaffarata Cuochina ha chiesto una mano alle sue aiutanti di sempre, Cuochina Anna e Cuochina Ornella, per preparare un menù speciale per Quanti modi di fare e rifare del 2019 con ricette "made in Japan (Giappone)" e "made in Norge (Norvegia)". Oggi è la volta di una ricetta giapponese: (Buta no bara niku teri-yaki ) Pancetta di maiale teriyaki
Tutte le ricette sono state prese da siti molto frequentati nei rispettivi Paesi ed il più delle volte sono corredate da filmati esplicativi anche se in lingua madre.
Le nostre due Cuochine hanno tradotto e preparato ognuna di queste ricette per agevolare, e dar modo di ampliare, il personale orizzonte culinario, sperando di fare cosa gradita a chi si accompagna ogni mese a noi nelle nostre scorribande in cucina sotto la bandiera di "Quanti modi di fare e rifare", ma anche a chi ci segue sui vari social, a volte anche senza che si palesi.
Dal 19 novembre 2017 fino al 23 settembre 2018, la penultima domenica di ogni mese, in questo blog, con la tag "Ricette dal mondo" verrà pubblicata una ricetta, alternandone una giapponese ad una norvegese, che entreranno a far parte del Menù 2019 di Quanti modi di fare e rifare.   
La pubblicazione di queste ricette avverrà un anno prima in confronto alla data del menù, per dar modo, a chi volesse, di prendere confidenza con nuovi ingredienti e diversi tipi di cottura, prima di cimentarci tutti insieme durante i favolosi incontri mensili nelle cucine di questi Paesi che ospitano le nostre due Cuochine.
................  Pronti?

(Buta no bara niku teri-yaki ) Pancetta di maiale teriyaki
Considerazioni originale dal sito: 
Alla fine del pasto ci si sente piacevolmente sazi!
Spesse fette di pancetta di maiale teriyaki!
Se si ha voglia di mangiare qualcosa di energetico!
Amalgamato con la salsa, non se ne potrà più fare a meno!
Come preparare la Pancetta di maiale teriyaki 

Per 2 persone
300 g di pancetta di maiale in blocco
2 cucchiai (15 g) di sake da cucina
1 cucchiaio (8 g) di zucchero
1 cucchiaio (10 g) di salsa di soia
1 cucchiaio (5 g) di salsa oyster (per la ricetta della salsa oyster)      
1 cucchiaino (2 o 3 g) di aglio grattugiato
Sale e pepe

Preparazione 
1. Tagliare il pezzo della pancetta a fette da 1,5 cm
2. Far riscaldare una padella ed inserire dentro le fette di maiale, far rosolare a fuoco medio
3. Quando è ben rosolato da un lato, salare e pepare leggermente, capovolgere le fette, mettere il coperchio e lasciar cuocere a fuoco moderato per 3 minuti
4. Quando è dorato da tutti e due i lati, con della carta da cucina, eliminare completamente il grasso liquefatto
5. Unire nella padella sake, salsa di soia, salsa oyster, zucchero e aglio grattugiato; mettere il coperchio e far addensare e amalgamare la salsina con la carne
Servire con del cavolo tagliato molto sottile con una mandolina affettaverdure e del riso bianco.Per la cottura del riso alla giapponese (vedere qui)

La prossima "ricetta dal mondo" sarà norvegese e verrà pubblicata il 3/12/2017
A presto!




domenica 12 novembre 2017

Quanti modi di fare e rifare i Culingionis de Patata

Foto e ricetta della Cuochina - i Culingionis de Patata
Ci avviciniamo alla fine dell'anno, siamo arrivati a novembre e tra poco dovremo iniziare a pensare ai preparativi per Natale. 
Oggi, noi dei Quanti, ci ritroviamo per fare i Culingionis de Patata, ottima ricetta sarda del Menù 2017, che si avvia alla sua naturale conclusione, ce ne resta solo un'altra e poi inizieremo con le altrettante ottime ricette del Menu 2018.
Ed allora tutti in cucina a preparare i Culingionis de Patata, l'ottima ricetta mensile della bellissima iniziativa Quanti modi di fare e rifare di Cuochina, Anna e Ornella!
(Qui per la ricetta  i Culingionis de Patata ) e (qui per i Consigli ed i suggerimenti della Cuochina)

Ma, in questa carrellata abbiamo anche delle versioni di Culurgiones d'Ogliastra dalla classica forma a spiga che la Cuochina è lieta di unire ai Culingionis de Patata. 
Non siamo riusciti a capire il perché di due nomi alquanto simili, per della pasta con ripieno e condimento uguale, ma dalla forma completamente diversa. 
Il ragionamento che ha fatto la Cuochina è che, probabilmente, i Culurgiones a forma di spiga, sono originari dell’Ogliastra, la zona che si affaccia sul mar Tirreno. Mentre i Culingionis vengono prepararti in tutta la Sardegna. La forma di questi ultimi può essere quadrata, rettangolare ma anche a mezzaluna, questo è soggettivo, e nella ricetta scelta dalla Cuochina sono a mezzaluna.
Continuiamo con il nostro menù ricco di sorprese. Questo Menù 2017 è composto da undici ricette regionali ed è ideato dalla nostra Cuochina. Sono tutti piatti della cucina regionale italiana rivisitati e proposti dalla Cuochina stessa, che ha preso quasi sempre spunto dal libro “le Ricette Regionali Italiane” edito da Solares. Ci auguriamo che siano tutte di vostro gradimento.
 Breve promemoria
- La data e l'ora di pubblicazione è la seconda domenica del mese alle 9:00 ora italiana
- Chiediamo cortesemente di usare un titolo unico, e cioè: Quanti modi di fare e rifare XXX (titolo ricetta) oppure XXX (titolo ricetta) per Quanti modi di fare e rifare
- Ed anche di farci pervenire, entro il venerdì sera precedente al nostro incontro mensile, la foto formato 800x600 oppure 600x800 ed il permalink del post relativo. Grazie!

Le nostre realizzazioni
 del blog Semplice semplice
del blog Pinkopanino


***************************
Il nostro prossimo incontro sarà il 10 dicembre 2017, 
seconda domenica del mese, alle ore 9:00
  con lo Zelten Trentino a lunga lievitazione 
Un paio di settimane prima dell'incontro in programma, in questo blog verrà pubblicato il passo passo della preparazione 

***************************
Da non dimenticare che:
sono pronti da scaricare e da sfogliare i 
pdf con tutte le ricette dal 2011 al 2016
 e che ci possiamo incontrare su Facebook
e su twitter


Vi aspettiamo!


domenica 29 ottobre 2017

Consigli e suggerimenti della Cuochina per i Culingionis de Patata

A due settimane dalla data dell'evento mensile del "MENU' 2017" organizzato dalla nostra Cuochina, urge ascoltare i consigli ed i suggerimenti che lei, gentilmente ci dispensa, per preparare al meglio la ricetta regionale sarda: i Culingionis de Patata  che ci ha presentato nel post del 18/09/2016.
La Cuochina ha fatto e rifatto varie volte la stessa preparazione, per questo vorrebbe condividere, con  chi lo desidera, degli accorgimenti emersi durante l'elaborazione della ricetta. Spera che questi consigli e suggerimenti possano essere utili a qualcuno.      


Ingredienti per 3 persone
per la pasta
200g di farina
1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva
acqua tiepida quanto basta
sale un pizzico
per il ripieno
500g di patate qualità polpa bianca
1 spicchio d'aglio piccolo
4 foglie di menta
noce moscata
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
pecorino stagionato
pecorino dolce
sale e pepe
  
Passo passo della ricetta dei Culingionis de Patata 
Impastare a lungo farina, olio e acqua sino ad ottenere un impasto adatto per la sfoglia. Mettere a riposare coperto con la pellicola per mezz'ora circa.
Cuocere le patate, con la buccia, in abbondante acqua salata. Scolarle, sbucciarle e schiacciarle con lo schiacciapatate.
(Alle patate) Aggiungere l'aglio e la menta tritati, tre cucchiai d'olio extravergine d'oliva e un'abbondante manciata di pecorino stagionato. Aggiustare di sale e pepe, unire una grattata di noce moscata e mescolare bene. Lasciar raffreddare.
  
Tirare le sfoglie abbastanza sottili, ricavarne dei dischetti di circa 5~6cm di diametro. Mettere nel mezzo una noce di ripieno e chiudere a mezzaluna sigillando i bordi con le mani. 
(Se si vuole abbellire il loro aspetto: schiacciare i bordi con i rebbi della forchetta e dare la forma a mezza luna con lo stampo rotondo per ravioli.)

Per il sugo di pomodoro da usare con i Culingionis de Patata
2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
1 spicchio d’aglio
350g di pomodori
alcuni rametti di menta
sale
pecorino dolce

Soffriggere lo spicchio d’aglio nell’olio, unire i pomodori, il sale ed i rametti di menta. Far cuocere per 15~20 minuti.
Mettere a bollire abbondate acqua salata, immergere i culingionis per qualche minuto.

Scolarli al dente e condirli con abbondante pecorino dolce, sugo di pomodoro ed alcune foglie di menta.

Alla prossima, e grazie della vostra attenzione

I prossimi consigli e suggerimenti sono per
lo Zelten Trentino a lunga lievitazione 

 
10 dicembre 2017  (dolce di Natale 25 dicembre 2017) 


Da non dimenticare che:
sono pronti da scaricare e da sfogliare i 
pdf con tutte le ricette dal 2011 al 2016
 e che ci possiamo incontrare su Facebook
e su twitter

Vi aspettiamo!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...