domenica 21 febbraio 2021

Quanti modi di panificare nel mondo: Projara (Balcani)


Projara (Balcani)
Un giorno la nostra Cuochina, guardando l'Atlante Geografico, è venuta fuori con una domanda da 100 punti: "Chissà com'è fatto il pane qua!" Puntando con l'indice un posto imprecisato dell'Atlante Geografico. Allora noi, le collaboratrici di sempre, siamo andate nel web alla ricerca di lievitati di altri Mondi, trovato tante ricette, lingue sconosciute che abbiamo tradotto col traduttore Google (col rischio di aver capito fischi per fiaschi) e quindi rifatte attingendo anche alle nostre conoscenze acquisite con i lievitati.
Abbiamo aderito al progetto della Cuochina sia per il nostro personale piacere che per rendere partecipi le nostre amiche cuochine che ci seguono nelle nostre scorribande culinaria da anni e anni, dell'esistenza di tantissimi modi di panificare.
Nota per chi fosse tentato/a di cimentarsi: Facendoci pervenire la foto ed il link del lievitato rifatto, provvederemo ad inserire questi dati al fondo della ricetta stessa.
Siamo liete di presentare quanto da noi trovato e replicato al meglio delle nostre possibilità
 
Oggi presentiamo  
Projara (Balcani)
Proja  è un pane balcanico a base di farina di mais, lievito in polvere, olio di girasole, acqua frizzante e sale. E' stato molto popolare in tempi di povertà diffusa, soprattutto prima degli anni '50, ma ora rientra in un pasto quotidiano di uso comune. 
Questa nostra versione più ricca, perché vengono aggiunti farina debole, uova, feta e yogurt, viene chiamata Projara.
Gli ingredienti vanno mescolati insieme e infornati in una padella unta (che dovrebbe essere alta 5 cm) fino a doratura. Informazioni da Wikipedia

Ingredienti
2 tazze farina di mais
1 tazza farina debole
1/2 tazza di olio di semi
1 tazza di yogurt
3 uova
500 g formaggio tipo feta 
2 cucchiaini di backing powder
1 tazza di acqua frizzante
sale, se non si usa la feta che è molto salata

Sbattere le uova per qualche minuto con la frusta, aggiungere l'olio, lo yogurt, una tazza di acqua frizzante 

e la feta schiacciata con la forchetta. Unire la farina setacciata con il lievito e mescolare bene per amalgamare tutti gli ingredienti. 

Aggiustare di sale se occorre ma ricordarsi che la feta è molto salata.  Versare l'impasto in una pirofila da forno leggermente unta di olio.
Cuocere in forno preriscaldato a 220°C per circa un'ora.

NOTE:
- Ricetta elaborata da questo sito. La spiegazione del procedimento nel sito originale è molto scarsa così noi abbiamo proceduto per come la nostra esperienza in cucina ci ha suggerito. 
- Per la conversione da cup in grammi (vedere al fondo di questa pagina)



***************************************
***************************************

Nessun commento:

Posta un commento

Le nostre cucine aperte vi accolgono con amicizia, rispetto e simpatia...ci auguriamo di ricevere lo stesso trattamento.

I commenti anonimi non sono graditi