domenica 4 aprile 2021

Quanti modi di panificare nel mondo: Wool Roll Bread e Buona Pasqua!

Wool Roll Bread

Un giorno la nostra Cuochina, guardando l'Atlante Geografico, è venuta fuori con una domanda da 100 punti: "Chissà com'è fatto il pane qua!" Puntando con l'indice un posto imprecisato dell'Atlante Geografico. Allora noi, le collaboratrici di sempre, siamo andate nel web alla ricerca di lievitati di altri Mondi, trovato tante ricette, lingue sconosciute che abbiamo tradotto col traduttore Google (col rischio di aver capito fischi per fiaschi) e quindi rifatte attingendo anche alle nostre conoscenze acquisite con i lievitati.
Abbiamo aderito al progetto della Cuochina sia per il nostro personale piacere che per rendere partecipi le nostre amiche cuochine che ci seguono nelle nostre scorribande culinaria da anni e anni, dell'esistenza di tantissimi modi di panificare.

Nota per chi fosse tentato/a di cimentarsi: Facendoci pervenire la foto ed il link del lievitato rifatto, provvederemo ad inserire questi dati al fondo della ricetta stessa.
Siamo liete di presentare quanto da noi trovato e replicato al meglio delle nostre possibilità 

Oggi presentiamo:
Wool Roll Bread


Da un po' di tempo questo pane è il più visto ed il più rifatto di blogger e di altri social. Pare che l'artefice di questa ricetta sia un cuoco o una cuoca di un sito malese. Anche noi abbiamo voluto assaggiarlo e ne siamo rimaste molto soddisfatte, ottimo sapore e morbidezza incredibile, come si può vedere dalle foto

Nonostante la situazione non sia di molto migliorata dall'anno scorso, anzi sempre più incerta e con tante restrizioni, con questa deliziosa ricetta auguriamo a tutti una serena Pasqua! Che sia proprio l'inizio di una rinascita per tutti e tutto.

🐣🐣🐣🐣🐣🐣🐣🐣🐣🐣🐣🐣🐣🐣

Ingredienti
80 ml latte tiepido
3 g lievito di birra secco
300 g farina di forza
5 g di sale
30 g zucchero
1 uovo intero
100 ml panna fresca da montare
50 g di mirtilli rossi essiccati (noi abbiamo usato uvetta)

Sciogliere il lievito nel latte tiepido e lasciarlo da parte finché non si forma la schiuma in superficie gonfiandosi. Mettere nella ciotola della planetaria la farina, lo zucchero, l'uovo, il sale, la panna ed infine il lievito con il latte. Avviare e lasciare impastare finché l'impasto non si stacca dal fondo della ciotola e non si avvolge al gancio.


Sistemare l'impasto in una ciotola, coprire e lasciare lievitare al caldo fino al raddoppio, dai 60 ai 120 minuti, dipende dalla temperatura ambiente.


Nel frattempo tritare grossolanamente le bacche secche e mettere da parte.


A lievitazione avvenuta stendere leggermente l'impasto sopra la spianatoia un pochino infarinata


Tagliare in cinque parti



Formare delle palline, coprire e lasciare riposare per 15 minuti


Stendere ogni pallina a forma ovale e,con il tarocco, tagliare a striscioline, fino a metà della sfoglia. Deporre un po' di bacche


Piegare un po' i lati verso l'interno la parte non tagliata quindi arrotolare su se stessa




Sistemare i rotoli nello stampo apribile (nel video si consiglia di diametro 20 cm per 7 cm di altezza) rivestito da carta forno leggermente imburrata


Coprire a campana e mettere al caldo per la lievitazione che può durare dai 60 ai 120 minuti, dipende dalla temperatura ambiente.


Dopo la lievitazione spennellare la superficie con un po' di latte.
Infornare a forno preriscaldato a 180°C nella parte un po' più sotto del centro per circa 20 minuti. Sfornare, togliere delicatamente dallo stampo e lasciare raffreddare sopra una gratella.

Ricetta elaborata da questo video
 
 
***************************************
***************************************
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento

Le nostre cucine aperte vi accolgono con amicizia, rispetto e simpatia...ci auguriamo di ricevere lo stesso trattamento.

I commenti anonimi non sono graditi