domenica 2 maggio 2021

Quanti modi di panificare nel mondo: Potato Bread

Potato bread

Un giorno la nostra Cuochina, guardando l'Atlante Geografico, è venuta fuori con una domanda da 100 punti: "Chissà com'è fatto il pane qua!" Puntando con l'indice un posto imprecisato dell'Atlante Geografico. Allora noi, le collaboratrici di sempre, siamo andate nel web alla ricerca di lievitati di altri Mondi, trovato tante ricette, lingue sconosciute che abbiamo tradotto col traduttore Google (col rischio di aver capito fischi per fiaschi) e quindi rifatte attingendo anche alle nostre conoscenze acquisite con i lievitati.
Abbiamo aderito al progetto della Cuochina sia per il nostro personale piacere che per rendere partecipi le nostre amiche cuochine che ci seguono nelle nostre scorribande culinaria da anni e anni, dell'esistenza di tantissimi modi di panificare.
 
Nota per chi fosse tentato/a di cimentarsi: Facendoci pervenire la foto ed il link del lievitato rifatto, provvederemo ad inserire questi dati al fondo della ricetta stessa.


Siamo liete di presentare quanto da noi trovato e replicato al meglio delle nostre possibilità

Oggi presentiamo:
Potato bread
Se si pensa che un pane fatto con le patate abbia un sapore insipido, dopo aver assaggiato questo pane non c'è che da ricredersi. Con questa ricetta si produce, con buona probabilità, il pane "bianco" più buono in assoluto. Umido al punto giusto, si affetta con facilità, è ottimo per panini e toast. Ha quella consistenza "spugnosa" perfetta per spalmarci burro di arachidi, marmellate varie o per accomodarci su una montagna di insalata di tonno senza che si sbricioli.
Il sapore di questo pane è unico. In qualche modo la combinazione di patate, burro e uova crea un profumo di formaggio nella pagnotta finale.
(Ricetta e presentazione tratte da questo sito)

Ingredienti
10 g di lievito di birra fresco
100 g di zucchero
340 g circa di acqua di cottura delle patate
170 g di burro ammorbidito
15 g di sale
2 uova grandi
200 g di purè di patate
780 g di farina debole

Preparazione

Far bollire le patate con la buccia in acqua non salata, l'acqua di cottura deve essere conservata per l'impasto. Sbucciare le patate e schiacciarle con lo schiaccia patate. 

Quando sia il purè che l'acqua di cottura si sono raffreddati, procedere alla preparazione. Mescolare insieme tutti gli ingredienti dell'impasto tranne il burro, usando il gancio della planetaria, impastare fintanto che diventa liscio ed incordato. Fermare l'impastatrice e capovolgere l'impasto.  Quindi, unire il burro in due volte e farlo inglobare perfettamente. L'impasto è pronto quando è tutto attaccato al gancio e la ciotola resta pulita.

Travasare l'impasto in una ciotola leggermente unta di burro dopo aver formato una palla e far lievitare sino al raddoppio ed oltre.
Spostare l'impasto sul piano lavoro appena infarinato e dividere in due pezzi da 600 g ed uno da 400 g, dare la forma e trasferirli nelle teglie da plumcake foderate di carta forno. 

Coprire le teglie con pellicola per alimenti e lasciare lievitare l'impasto fino a quando non sono arrivati ad 1 cm dal bordo delle teglie.
Preriscaldare il forno a 170°C e cuocere i pani per 35 minuti circa, oppure fino a quando il pane non sarà di un colore marrone dorato intenso e un termometro digitale inserito al centro di una delle pagnotte non registri 94°C.

Togliere il pane dal forno e posizionare le teglie su una griglia. Dopo 5 minuti, estrarre delicatamente le pagnotte e trasferirle sulla griglia per farle raffreddare completamente.
 
 
 
***************************************
***************************************







 

Nessun commento:

Posta un commento

Le nostre cucine aperte vi accolgono con amicizia, rispetto e simpatia...ci auguriamo di ricevere lo stesso trattamento.

I commenti anonimi non sono graditi