domenica 24 luglio 2022

Pani nel mondo: Parker House Rolls (Boston)

Parker House Rolls (Boston)

Un giorno la nostra Cuochina (la mascotte di questo blog), guardando l'Atlante Geografico, è venuta fuori con una domanda da 100 punti: "Chissà com'è fatto il pane qua!" Puntando con l'indice un posto imprecisato dell'Atlante Geografico. Allora noi: Anna, Ornella e Nadia, le collaboratrici di sempre, siamo andate nel web alla ricerca di lievitati di altri "Mondi", trovato tante ricette, lingue sconosciute che abbiamo tradotto col traduttore Google (col rischio di aver capito fischi per fiaschi) e quindi rifatte attingendo anche alle nostre conoscenze acquisite con i lievitati. 
Noi ci siamo divertite molto sia a cercare che a realizzare alcune delle innumerevoli ricette che invadono il web.
 
Nota per chi fosse tentato/a di cimentarsi: Facendoci pervenire la foto ed il link del lievitato rifatto, provvederemo ad inserire questi dati al fondo della ricetta stessa.


Siamo liete di presentare quanto da noi trovato e replicato al meglio delle nostre possibilità

Oggi presentiamo:
Parker House Rolls (Boston)
I rolls della Parker House hanno riguadagnato il loro posto a tavola negli ultimi anni. Il nome deriva da The Parker House, fondato nel 1855, uno degli hotel più antichi e illustri di Boston. I rolls divennero popolari in tutto il New England come rolls con le pieghe grazie anche ad una storia che si narrava: 
- Una degli ospiti dell'hotel, una signora di Londra, aveva smarrito i suoi diamanti ed accusava la cameriera del furto. Il pasticcere, che era il boy friend della cameriera, per la rabbia che provava perché la sua amata veniva falsamente accusata, ha preso dei pezzi di pasta tra i pugni e li ha sbattuti nel forno. I rolls sono usciti con delle ammaccature nel mezzo e poiché non c'era tempo per fare un altro lotto, li hanno dovuti servire nella sala da pranzo così com'erano. 
Come per la maggior parte delle disavventure in cucina diventate famose, i rolls sono stati un successo. Sono venuti croccanti fuori e morbide dentro e così è nata una nuova tradizione. Fra l'altro, nel frattempo, la signora aveva trovato finalmente i suoi diamanti.
Di sicuro è stata Fannie Farmer, che è la nonna della cucina americana, ad aver trascritto questa ricetta nel suo primo libro di cucina pubblicato nel 1896 dal titolo The Boston Cooking-School Cook Book sotto il nome di Fannie Merritt Farmer. Questo divenne il libro di cucina che insegnò a generazioni di americani a cucinare.
Questo libro di cucina è stato amorevolmente aggiornato da Marion Cunningham con il titolo The Fannie Farmer Cookbook.
Da precisare che i veri Parker House Rolls hanno una piega che li fa sembrare un libro tascabile.
(Ricetta da questo sito, stessa ricetta su youtube)


Igredienti 
120 ml di latte
2 g di lievito secco attivo (1/2 cucchiaino)
40 g di zucchero
2 g di sale (3/4 cucchiaino)
1 uovo (60 g circa)
50 g di burro 
170 g di farina di forza
155 g di farina debole

Preparazione
In una ciotola unire il latte tiepido (a circa 30°C), il lievito, lo zucchero, il sale, l'uovo e mescolare. Quindi aggiungere il burro ammorbidito a temperatura ambiente e farlo amalgamare. 

Aggiungere la farina mescolando con la parte posteriore di un cucchiaio di legno. Trasferire l'impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e lavorarlo fino a renderlo liscio ed elastico. 
Sarà abbastanza appiccicoso ma evitare assolutamente di unire altra farina, man mano che si impasta l'umidità verrà assorbita dalla farina.
Nulla vieta che si possa impastare usando una planetaria con il gancio per impasto.

Arrotondarlo e trasferirlo in una ciotola leggermente imburrata. Coprire con una cuffia da doccia (oppure con pellicola per alimenti), poi con un canovaccio e lasciar lievitare fino al raddoppio. 

Su un foglio di carta forno stendere l'impasto col matterello ad 1 cm di spessore ed in forma rettangolare, dividere in 15 rettangoli come si evince dalla foto (questo serve per renderli uniformi nelle dimensioni). 

Spennellare la superficie con burro ammorbidito e piega ogni rettangolo su se stesso a tre quarti della lunghezza, come nella foto. 
 
Foderare una teglia con carta forno ed adagiare i rolls con la superficie liscia in evidenza. In questo modo si eviterà che i rolls si aprano mentre lievitano o durante la cottura. 
 
Coprire la teglia con una pellicola per alimenti e lasciarli lievitare finché non sono raddoppiati. Spennellarli con burro morbido e cuocere a 180°C fino a doratura. 
 
La durata della cottura può variare in base alle dimensioni dei rolls. I rotoli più grandi impiegheranno più tempo e quelli più piccoli verranno cotti in meno tempo.



***************************************
***************************************






2 commenti:

Le nostre cucine aperte vi accolgono con amicizia, rispetto e simpatia...ci auguriamo di ricevere lo stesso trattamento.
♥♥♥
I commenti anonimi non sono graditi