Pani nel mondo: Lobiani (Georgia)

Un giorno la nostra Cuochina (la mascotte di questo blog), guardando l'Atlante Geografico, è venuta fuori con una domanda da 100 punti: "Chissà com'è fatto il pane qua!" Puntando con l'indice un posto imprecisato dell'Atlante Geografico. Allora noi: Anna, Ornella e Nadia, le collaboratrici di sempre, siamo andate nel web alla ricerca di lievitati di altri "Mondi", trovato tante ricette, lingue sconosciute che abbiamo tradotto col traduttore Google (col rischio di aver capito fischi per fiaschi) e quindi rifatte attingendo anche alle nostre conoscenze acquisite con i lievitati.
Noi ci siamo divertite molto sia a cercare che a realizzare alcune delle innumerevoli ricette che invadono il web.

Nota per chi fosse tentato/a di cimentarsi: Facendoci pervenire la foto ed il link del lievitato rifatto, provvederemo ad inserire questi dati al fondo della ricetta stessa.


Siamo liete di presentare quanto da noi trovato e replicato al meglio delle nostre possibilità

Oggi presentiamo:
Lobiani (Georgia)
Lobiani è un pane ripieno di fagioli. È un pane rotondo fatto con un semplice impasto lievitato ed è simile a "Imeruli khachapuri" (altro pane giorgiano ripieno di formaggio). 
Lobiani viene gustato tutto l'anno ma si usa mangiarlo soprattutto durante la festa georgiana di Barbaroba, Santa Barbara (17 dicembre).
La ricetta originale prevede di cuocere i fagioli nel grasso sciolto della pancetta affumicata, in mancanza di questo, usare olio o burro. 
Ricetta elaborata da questo e questo sito.

Ingredienti
250 g fagioli borlotti secchi
25 g circa di olio extravergine di oliva
1 cipolla media
1 spicchio d’aglio
2 foglie di alloro 
1 cucchiaino di coriandolo secco macinato
1 cucchiaino e mezzo di paprika
sale e pepe

Per l’impasto
500 g di farina per tutti gli usi 
12 g lievito di birra fresco
250 ml circa di acqua tiepida
1 uovo
10 g sale
olio per la ciotola

Iniziare la sera prima mettendo in ammollo i fagioli, ben lavati, in acqua fredda. Lasciarli al fresco tutta la notte.
Il mattino seguente, tritare la cipolla e l’aglio e farli appassire in una casseruola insieme all’olio. Dopo un po’ aggiungere la paprika e il coriandolo e mescolare.
Fatto questo unire i fagioli, gli aromi e acqua quanto basta, circa 7 centimetri sopra il livello dei fagioli. Cuocere a fuoco lento fino a cottura. Per velocizzare il procedimento di può usare la pentola a pressione.
A cottura ultimata, schiacciare i fagioli grossolanamente con lo schiaccia patate oppure con una forchetta, aggiustare di sale e pepe e lasciarli raffreddare.
Nel frattempo preparare l’impasto inserendo nella ciotola della planetaria la farina, l’acqua tiepida in cui sarà stato sciolto il lievito di birra e l’uovo. L’impasto non dovrà risultare molto morbido, aggiungere farina se necessario. Unire il sale e impastare ancora, finché l'impasto non risulta abbastanza liscio ed elastico.

Formare una palla e mettere a lievitare al caldo, coperto con pellicola, fino al raddoppio.

A lievitazione ultimata, dividere l’impasto in 4 parti uguali, modellarle a pallina e lasciarle coperte per circa 20 minuti.
Dopodiché stendere ogni pallina a forma rotonda, dello spessore di circa un centimetro e mezzo/due. Al centro mettere una buona quantità di ripieno di fagioli e chiudere, sigillando bene la chiusura, tipo un fico.
Piegare la chiusura verso il centro e stendere nuovamente con il matterello oppure con le mani, facendo attenzione a non rompere l’impasto. Scaldare una padella antiaderente e cuocere i lobiani a fuoco bassissimo da entrambi le parti, circa 5-6 minuti per lato. Non devono scurirsi ma nel contempo devono cuocere bene. Appena cotti spalmare sulla superficie del burro.
Si possono anche cuocere in forno ma prima, con un coltello, bisogna dare dei leggeri tagli a forma di spicchi sulla superficie dei lobiani, in modo che non gonfino durante la cottura.


***************************************
(Qui la lista completa dei pani del mondo)
***************************************

 

Commenti

Post più popolari